Percorso sensoriale per non vedenti alle miniere di Cortabbio

Postato in News
Nicola Stilla legge il testo in braille di un pannello esplicativo del percorso

Inaugurato il progetto "Il senso della terra", creato da Legambiente Lecco, che prevede pannelli informativi scritti anche in codice braille

Grande successo per l'inaugurazione del progetto "Il senso della terra" creato da Legambiente Lecco, un doppio percorso sensoriale per non vedenti dentro la miniera di Cortabbio e nei boschi circostanti.  
Il progetto, cofinanziato dalla Fondazione Comunitaria del Lecchese Onlus, è stato portato avanti anche grazie ai contributi del Parco Regionale della Grigna Settentrionale, Grignolo srl, Comune di Primaluna e Bcc Valsassina.

L'evento ha visto l'inaugurazione del percorso alla presenza del segretario generale della Fondazione comunitaria del Lecchese Onlus, Paolo Dell'Oro; del sindaco di Primaluna, Mauro Artusi; del vicepresidente della Comunità Montana, Guido Agostoni; del direttore del Parco Regionale della Grigna Settentrionale, Francesco Mazzeo; di Cesare Perego e Dario Milano del Grignolo srl, del presidente del Parco Monte Barro, Federico Bonifacio e del presidente dell'Unione Italiana Ciechi Lombardia, Nicola Stilla.“

L'inaugurazione ha previsto un'escursione del percorso interno al bosco con spiegazione dei pannelli informativi scritti anche in codice braille da parte di volontari e collaboratori. I pannelli sono stati creati con l'intento di coinvolgere e integrare un tipo di disabilità, quella visiva, che passa spesso in secondo piano. I vari interventi, soprattutto a opera del Presidente Uici Lombardia, Nicola Stilla, hanno portato alla riflessione e presa in considerazione del tema.

Non sono mancate attività per tutta la giornata di sabato 15, compreso un laboratorio di codice tattile braille tenuto da Maria Grazia Seva e Rosella Combi dell'Uici Lecco.

Fonte: www.leccotoday.it