Milano dedica una piazza a Franco Brambilla

Postato in News
La cerimonia di inaugurazione della Piazza Franco Brambilla.

La nuova piazza tra via Giovanni Ansaldo e via Fredrick Von Hayek, in Zona 9, è stata intitolata a Franco Brambilla (Milano 1908 – 2001), straordinaria personalità che ha saputo unire ruoli di massima responsabilità nella Pirelli a un profondo impegno nel sociale, rivolto in particolare modo ai minori e ai non vendenti.

La cerimonia di inaugurazione si è tenuta giovedì 26 maggio, alla presenza di una delegazione della sezione milanese dell'Associazione nazionale degli Alpini, che ha voluto rendere onore all'Alpino che si arruolò da volontario in Montenegro e in Albania durante la Seconda Guerra Mondiale.

All'inaugurazione della piazza erano presenti, Marco Tronchetti Provera, l'assessore alla cultura del comune Filippo del Corno, la figlia Francesca Brambilla e il commissario straordinario dell'Istituto dei Ciechi di Milano Rodolfo Masto. Quest'ultimo ha voluto testimoniare l'affetto di tutti i ciechi milanesi verso l'uomo che si adoperò, con convinzione e straordinaria lungimiranza, per portare la mostra Dialogo nel Buio a Milano.
È anche grazie a lui se Dialogo nel Buio è stato visitato da un milione di persone nei dieci anni di attività presso l'Istituto dei Ciechi.  

Bio

Franco BrambillaFranco Brambilla si laurea nel 1932 in Giurisprudenza all’Università di Milano e dopo un periodo di apprendistato in Germania e Francia, nel 1933 inizia la carriera alla Pirelli. Al termine della guerra, rientrato in Italia dall'Albania, nel 1949 entra a far parte del C.d.A. della Pirelli e, a partire dal 1956, diventa responsabile organizzativo nella costruzione dell’omonimo grattacielo, progettato da Ponti e Nervi.

Brambilla ha dedicato gran parte della sua vita all’impegno sociale. Come presidente del primo Rotary Club di Milano ha elaborato il Programma IARD, un centro che elargiva borse di studio quinquennali per promuovere la crescita culturale di ragazzi dotati e senza risorse. Nel 1968 e nel 1976 il Ministero della Pubblica Istruzione ha conferito due medaglie d’oro al programma IARD e al fondatore. Fu presidente del Touring Club Italiano dal 1977 al 1983, stimolando nell'Associazione un rinnovamento verso un'impronta più moderna e aziendale. Durante il suo impegno nel CAM (Centro Ausiliare Minorile) e con VIDAS, Brambilla si è impegnato per la difesa dei diritti minorili come l’affido familiare, borse di studio e lavoro, la formazione di operatori sociali ed insegnanti.

Questo sito o gli strumenti installati forniti da terze parti si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione si acconsente all'uso di cookie.