Innovazione e comunità: l'impegno di Fondazione Cariplo per superare la crisi

on . Postato in Istituto dei Ciechi

Giovedì 25 giugno la Fondazione Cariplo ha presentato presso l’Istituto dei Ciechi le nuove azioni di contrasto agli scenari di crisi generati dalla pandemia

Sala Barozzi allestita per la riunione della commissione centrale di beneficienza di fondazione cariploLa crisi generata dall’emergenza sanitaria sta minacciando la sopravvivenza degli Enti del Terzo Settore, attori fondamentali che creano valore sociale, culturale e ambientale sul territorio, svolgendo una importante funzione di promozione del senso di comunità.

In questo nuovo scenario di grandissima incertezza, che ha messo in grave difficoltà le fasce più fragili della popolazione, Fondazione Cariplo ha deciso di riprogrammare le attività del 2020, mettendo in campo 60 milioni di euro per sostenere azioni immediate di contrasto alla crisi e per promuovere innovazione nei territori.

L’approvazione di questo nuovo indirizzo programmatico è avvenuta giovedì 25 giugno presso la Fondazione Istituto dei Ciechi di Milano. Nell’ampia Sala Barozzi - che ha permesso di mantenere la distanze fra i partecipanti, nel pieno rispetto delle norme di sicurezza sanitaria - si sono riuniti i membri della Commissione Centrale di Beneficienza di Fondazione Cariplo.

Dall’incontro sono emersi i due indirizzi fondamentali che Fondazione Cariplo seguirà per affrontare la crisi generata dalla pandemia: intraprendere azioni immediate di riposta all’emergenza, volte in particolare al sostegno dagli Enti del Terzo Settore e al contrasto della povertà infantile; perseguire azioni di orizzonte più lungo, volte a elaborare nuovi strumenti per sostenere la coesione sociale e la crescita delle persone attraverso la cultura, l’ambiente, i modelli di welfare e la ricerca.

Al primo indirizzo appartiene il progetto LETS GO, una misura straordinaria di supporto agli Enti di terzo settore nei territori di Lombardia, Province di Novara e Verbano-Cusio-Ossola, che contribuiscono in modo significativo alla coesione e alla crescita del territorio, offrendo servizi alle famiglie e alle persone più fragili. Il Bando, realizzato in collaborazione e con il contributo della Fondazione Peppino Vismara e con la partecipazione delle 16 Fondazioni di comunità, mette a disposizione 15 milioni di euro per sostenere l’operatività degli enti del Terzo Settore in sofferenza economica a causa della sospensione delle attività o degli extra-costi generati dalla riorganizzazione dei servizi per lavorare in sicurezza causa dell’emergenza COVID 19.

Rodolfo Masto, presidente della Fondazione Istituto dei Ciechi di Milano, si è mostrato particolarmente soddisfatto della riunione: «L’Istituto dei Ciechi è molto onorato di aver ospitato questo incontro presso la sede di via Vivaio, uno dei luoghi simbolo della attività filantropica ambrosiana. Per la nostra storia e per quanto facciamo quotidianamente, non possiamo che accogliere con favore ogni sforzo volto ad aiutare le persone più fragili, che stanno affrontando con difficoltà maggiori gli effetti negativi prodotti dalla pandemia»

Anche il presidente di Fondazione Cariplo, Giovanni Fosti, ha ribadito la necessità di sostenere le persone più deboli attraverso la promozione di sviluppo e di comunità: «Investiamo sulle persone più deboli, sulla cultura, sulla ricerca e sull’ambiente come punti chiave da cui partire per generare valore e guardare al futuro. La coesione delle comunità e lo sviluppo delle persone non sono solo i nostri valori di riferimento ma sono la condizione essenziale per superare la fase critica che stiamo vivendo».
di Marco Rolando

Questo sito o gli strumenti installati forniti da terze parti si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione si acconsente all'uso di cookie.