Il centro di consulenza tiflopedagogica e la scuola

Postato in Uncategorised

L’équipe del Centro Tiflopedagogico per le pluridisabilità visive in età evolutiva opera all’interno della scuola integrata, delle scuole speciali e delle classi potenziate. Si prende carico in modo sistematico, continuativo e globale del bambino con la finalità di promuovere la sua integrazione e la sua partecipazione.

Attività

  • Valutazione tiflopedagogica attraverso l’utilizzo di griglie specifiche.
  • Valutazione dinamica centrata sull’analisi e sulla valorizzazione del potenziale d’apprendimento.
  • Interventi dimostrativi a scuola con il bambino relativi alla sua modalità di approccio con il mondo.
  • Osservazione etologica (a scuola). È importante sottolineare che solo da una sistematica osservazione sul campo e da una valutazione adeguata, possiamo scoprire l’area di "sviluppo prossimale", dove è possibile per l’educatore trasformare le abilità presenti in competenze utilizzabili a fini sociali realizzando così un progetto educativo globale e plurisensoriale.
  • Scelta della metodologia, dei sussidi, delle tecniche rispondenti alle specifiche esigenze del bambino.
  • Collegamento scuola - famiglia.
  • Corsi di formazione tiflopedagogica e seminari sulla pluridisabilità per la famiglia e per la scuola.
  • Trasferibilità delle tecniche educative.
  • Stesura con le insegnanti di percorsi educativi plurisensoriali inseriti nel Progetto Educativo Personalizzato e nel Progetto Dinamico Funzionale in collaborazione con le figure educative e con i servizi territoriali.
  • Collaborazione per la specificità con i servizi riabilitativi territoriali.
  • Traduzione in un linguaggio comprensibile e condivisibile per gli educatori/insegnanti dei diversi linguaggi clinici e riabilitativi.
  • Adeguamento e eventuale modificazione degli spazi presenti nella scuola e vissuti dal bambino.
  • Fornitura di materiali didattici plurisensoriali.
  • Ricerca pedagogica specifica e continua.

Obiettivi

  • Promuovere la cultura dell’integrazione attraverso la partecipazione del bambino pluridisabile nella scuola.
  • Far scoprire a insegnanti e educatori le aree operative attive o attivabili e le modalità del processo di apprendimento del bambino.
  • Trasferire le risorse e le tecniche tiflopedagogiche.

Analisi

L’equipe tiflopedagogica aiuta le figure educative a elaborare un metodo di analisi dell’attività educativa da proporre al bambino.

Elementi da valutare

  • fattori e sequenze che costituiscono il compito proposto al bambino (spazio, tempo, codici da utilizzare)
  • strategie necessarie per svolgere quel compito
  • capacità vicarianti da impegnare
  • forme alternative e semplificate per raggiungere il medesimo obiettivo

Torna a Torna a Il bambino pluridisabile nella scuola di tutti

Questo sito o gli strumenti installati forniti da terze parti si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione si acconsente all'uso di cookie.