Giocare per l'integrazione con i Lego

on . Postato in Integrazione

braille bricks 3aPicL'idea è semplice. Con mattoncini simili ai Lego che riportano sulla superficie lettere in caratteri braille possiamo permettere ai bambini (vedenti e non vedenti) di familiarizzare con il celebre metodo di scrittura e lettura in rilievo. Ecco allora i Braille Bricks, una trovata semplice e geniale in grado di unire nel gioco i bambini e di sensibilizzare l'opinione pubblica internazionale sulle problematiche della disabilità visiva.
I Braille Bricks nascono da un'intuizione semplice: i sei puntini in rilievo del codice di scrittura e lettura ideato due secoli fa da Louis Braille utilizzano lo stesso schema geometrico “3 x 2” del sistema di incastro dei mattoncini Lego.

Da questa analogia i creativi Leandro Pinheiro e Ulisses Razaboni hanno lanciato la sfida di creare pezzi originali con i colori classici del marchio Lego sui quali sono impressi i caratteri braille. Attraverso il gioco si invitano così i bambini a imparare questo importantissimo strumento di accesso al sapere per chi non vede.

Il progetto è stato quindi promosso dal Dorina Nowill Fondation for the blind, basandosi sull'idea dei creativi dell'agenzia pubblicitaria brasiliana Lew'Lara.

braille bricksGiocare con i Braille Bricks permette al bambino di imparare non solo le lettere, ma anche a comporre parole e frasi in modo semplice e divertente, favorendo inoltre il gioco fra bambini di ogni condizione.

Un progetto molto interessante, dunque, che finora è stato introdotto per 300 studenti di San Paolo.

La Fondazione Nowill Dorina si augura di estendere l'iniziativa e perciò ha prodotto i Braille Bricks con licenza Creative Commons in modo da diffondere liberamente questo gioco con i materiali e le forme che si desiderano. In pratica si può ricopiare l'idea a patto di citarne l'autore, in questo caso la Fondazione Nowill Dorina.

L'intera iniziativa, dall'ideazione alla messa in produzione ha richiesto circa un anno e ha permesso di girare un breve documentario che mostra le reazioni reali dei bambini e invita il pubblico a utilizzare l'hastag #BrailleBricksForAll.

 

Questo sito o gli strumenti installati forniti da terze parti si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione si acconsente all'uso di cookie.