Erminia Nardi

Postato in Benefattori

Storie, personaggi e volti che hanno fatto il bene delle persone non vedenti

ErminiaSquareL’Istituto dei Ciechi, come numerose altre istituzioni assistenziali e ospedaliere lombarde, dispone di una raccolta dei ritratti dei suoi più importanti benefattori. Nel palazzo di via Vivaio sono custodite infatti circa 200 opere che commemorano i benefattori più ragguardevoli che ha avuto l’Ente milanese a partire dalla sua fondazione nel 1841. I ritratti sono realizzati secondo il modulo fisso dell’effige a olio su tela a tre quarti di figura, al naturale e delle dimensioni di 145 per 100 centimetri. Quei volti appesi alle pareti che scrutano severi il visitatore che percorre i corridoi dell’Istituto raccontano esemplari storie di generosità sono le tessere di quel meraviglioso mosaico che è la tradizione della solidarietà ambrosiana. Queste opere dunque rimandano a uno dei tratti caratterizzanti l’identità milanese e per questo sono da considerarsi un patrimonio non solo dell’Istituto ma della città intera.

Leggi tutto

Questo sito o gli strumenti installati forniti da terze parti si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione si acconsente all'uso di cookie.